AIKIDO

I principi dell’aikido si ispirano agli elementi della natura: all’acqua che si modella secondo la forma del contenitore, al vento che attraversa con forza gli ostacoli, al fuoco che brucia le impurità o che vive quietamente sotto la brace.

Le tecniche dell’aikido insegnano che la pura forza fisica può essere vinta non opponendovisi ma lasciandola passare incanalandola attraverso una profonda comprensione delle dinamiche vitali. Per questo motivo che l’aikido è praticabile da chiunque indipendentemente dall’età o dalla forza. L’aikido ha abolito l’idea del nemico e del male: chi attacca con intenzioni malvage si è solamente allontanato momentaneamente dalla retta via.
Compito dell’aikido è di riportarlo alla giusta comprensione con fermezza e coraggio, ma senza violenza.

Altre info

Il fondatore dell’Aikido è stato il Maestro Morihei Ueshiba (1883/1969). Il termine aikido è costituito da tre ideogrammi: Ai che può essere tradotto con armonia ed amore; ki che significa energia, spirito, energia vitale; Do che indica la Via, il cammino spirituale. Quindi la parola aikido può essere interpretata come: la via per raggiungere l’armonia con se stessi e con l’universo. Infatti, benché sia un’arte marziale, basata sulla fatica fisica, attraverso l’aikido si impara una filosofia di vita che tramanda gli elementi essenziali della tradizione e della cultura del Giappone dei samurai.